PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Domenica 19 Ottobre 2014 14:40

DIVI DI HOLLYWOOD , LA PRIMA MONDIALE DE “I MILIONARI” DI ALESSANDRO PIVA , “LUCIFER” DI GUST VAN DEN BERGHE SONO SOLO ALCUNI DEGLI APPUNTAMENTI DI DOMENICA 19 OTTOBRE

 

 

Al Festival Internazionale del Film di Roma , domenica 19 ottobre, è il turno di diversi fra i più amati protagonisti del cinema di Hollywood: Richard Gere, il premio Oscar Benicio del Toro, Josh Hutcherson, Claudia Traisac, Lily Collins, Sam Claflin.Il divo di Ufficiale e gentiluomo, Pretty Woman e Chicago sfilerà alle ore 19 come protagonista di Time Out of Mind di Oren Moverman presentato in prima europea alle ore 19.30 presso la Sala Santa Cecilia (linea di programma Cinema d’Oggi). La pellicola segna il ritorno dietro la macchina da presa del cineasta israeliano-americano Orso d’Argento alla miglior sceneggiatura (con Alessandro Camon) per l’opera prima Oltre le regole – The Messenger, regista di Rampart, basato su un soggetto dello scrittore di culto James Ellroy, co-autore della sceneggiatura. Alle ore 22.30 la Sala Santa Cecilia ospiterà Escobar: Paradise Lost, opera prima del giovane attore e regista italiano Andrea Di Stefano, che ha recitato per autori come Marco Bellocchio (Il principe di Homburg), Dario Argento (Il fantasma dell’opera), Mike Figgis (Hotel). Il film vede protagonisti Benicio del Toro e Josh Hutcherson, protagonista di Un ponte per Terabithia e I ragazzi stanno bene (film premiato a Berlino e nominato all’Oscar®), di nuovo al Festival dopo il successo mondiale della saga “Hunger Games”. Attrice principale è Claudia Traisac, nota attrice cinematografica (El 7° día di Carlos Saura) e di serie televisive di successo. In Paradise Lost, presentato nella linea di programma Gala, Hutcherson interpreta Nick, un giovane surfer in vacanza che si innamora di Maria (Claudia Traisac): tutto sembra andare per il meglio fino al momento in cui Maria gli presenta suo zio: il noto criminale colombiano Pablo Escobar (Benicio del Toro). Benicio del Toro, Josh Hutcherson e Claudia Traisac saranno sul red carpet alle ore 22.Seguirà, alle ore 19.15 in Sala Sinopoli, la prima mondiale de I milionari (Cinema d’Oggi), quarto lungometraggio di Alessandro Piva, autore del pluripremiato La Capa Gira (presentato al Festival di Berlino, vincitore del David di Donatello), Mio cognato (in prima al Festival di Locarno, candidato a tre Nastri d’Argento) e Henry (premio del pubblico al festival di Torino). Il film narra l’ascesa e la caduta di un clan criminale napoletano attraverso il racconto di un boss e della sua famiglia, scissa tra l’aspirazione a una vita borghese e le pulsioni profonde della sopraffazione. Come scenografia, una delle città più belle e discusse del mondo. Sul red carpet delle 18.45 accanto al regista ci saranno i protagonisti del film: Francesco Scianna, Valentina Lodovini, Carmine Recano, Francesco Di Leva, Salvatore Striano, Gianfranco Gallo.Alle ore 17 la Sala Petrassi ospiterà la proiezione in prima mondiale di Lucifer(Cinema d’Oggi), il nuovo lavoro del giovane autore fiammingo Gust Van den Berghe, che ha esordito alla regia con due lungometraggi, entrambi presentati alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes. Nella pellicola, Lucifero, in caduta dal Paradiso all’Inferno, irrompe nella vita di una famiglia messicana, sconvolgendone gli equilibri e dimostrando quanto sia labile il confine tra il bene e il male. Nel cast, l’attore e scrittore Gabino Rodriguez (che ha lavorato al fianco del regista Nicolás Pereda in Perpetuum Mobile, Killing Strangers e Summer of Goliath, film vincitore del premio Orizzonti a Venezia) e Norma Pablo (Man on Fire – Il fuoco della vendetta, The Violin, Sleep Dealer).

 

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Domenica 19 Ottobre 2014 14:37

“SOAP OPERA “ APRE LA NONA EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI ROMA

 

 

'Soap opera' di Alessandro Genovesi, nelle sale dal 23 ottobre , ha aperto la nona edizione del Festival di Roma . In un condominio di Milano convive una piccola comunità di inquilini eccentrici, che non si fanno i fatti propri . Al piano terra vivono due gemelli tignosi, uniti a filo doppio da un incidente che ha costretto uno dei due sulla sedia a rotelle. Di fronte a loro sta Pietro, che ha ereditato l'appartamento alla morte della madre. Al primo piano fa una vita brillante Alice, attrice di soap con debole per le uniformi . Al secondo invece si consola con un'amante occasionale Francesco, che ha tradito la fidanzata e l'amico Paolo, depresso con un figlio in arrivo e l'idea fissa di amare Francesco. Mine vaganti in un interno, a esplodere per prima è quella di Pietro, che si spara alla tempia e disinnesca i vicini, su cui sospettoso e spaccone indaga adesso il maresciallo dei carabinieri Gaetano Cavallo. Sono storie leggere , parodia delle fiction tv ambientate tutte in un condominio dalle pareti trasparenti, come una casa di bambole. A fine proiezione stampa, applausi e qualche fischio, insomma quasi un successo per una commedia che apre un festival internazionale. Grande peso nella buona accoglienza del film hanno avuto le interpretazioni di Gianni e Mario (Ale e Franz), i fratelli gemelli, Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi, Ricky Memphis, Chiara Francini), Elisa Sednaoui e un volutamente ingombrante Diego Abatantuono, nei panni di un maresciallo dei carabinieri che entrerà nella vita di tutti questi personaggi fino alla sera di Capodanno. Nel film nato come testo scritto per il teatro convivono tre generi consolidati: la commedia, il melò e il noir. Intanto è arrivato ieri Richard Gere, tra gli ospiti più attesi della nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma . L'attore è presente alla kermesse con il film 'Time Out of Mind' diretto da Oren Moverman, Orso d'Argento alla miglior sceneggiatura (con Alessandro Camon) per l'opera prima 'Oltre le regole-The Messenger' e regista di 'Rampart'.In 'Time Out of Mind', Richard Gere è un uomo in grandi difficoltà costretto a trovar rifugio in un centro d'accoglienza.Cercherà di rifarsi una vita ripartendo da zero e riallacciando i rapporti con la figlia, interpretata da Jena Malone ('Ritorno a Cold Mountain', 'Orgoglio e Pregiudizio', 'Into the Wild', 'Oltre le regole-The Messenger', 'Hunger Games-La ragazza di fuoco').

 

 

SOAP OPERA 1                             SOAP OPERA 2

 

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Domenica 19 Ottobre 2014 14:12

SI E' CONCLUSO IL MESTRE FILM FEST 2014.”HUMANWATCHING “ E’ ILVINCITORE DEL PREMIO CINIT VIDEOFORKIDS 2014. AL CORTO “MORE THAN TWO HOURS” DI ALI’ ASGHARI E’STATO ASSEGNATO IL PREMIO IMG CINEMAS SHORT STORIES

 

Si è chiusa la diciasettesima edizione del Mestre Film Fest caratterizzata dalla presenza in concorso di opere di ottimo livello provenienti da tutto il mondo Per la sezione VIDEOFORKIDS, la giuria composta da Rinalda Montani e Daniela Zennaro e presieduta Michela Manente, ha assegnato il PREMIO CINIT VIDEOFORKIDS 2014 (500 €) a:HumanWatching di Virginia Rosati, Lorena Costanzo, Yuri Tegas Sec. di 2°grado Niccolò Machiavelli di Pioltello (MI)con la seguente motivazione “Grazie a un interessante uso della soggettiva, il video trasmette un messaggio empatico che parte dalla destrutturazione del super eroe per giungere a una generosa volontà di aiuto nei confronti del prossimo mediata dalla ricerca dell'identità altrui.”La giuria della sezione SHORT STORIES, presieduta da Cristiano Dal Pozzo con Marina Pellanda e Paolo Pistellato, ha assegnato il PREMIO IMG CINEMAS SHORT STORIES 2014 AL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO INTERNAZIONALE (2.000 €) a:More than two hours di Ali Asgari (Italia, 2013, 15’)”Per la forza di un’urgenza di infrazione ad un codice religioso, sociale ed etico da parte di una coppia, che si palesa già dalla prima inquadratura : l’automobile con a bordo i due personaggi persi nell’assurdità della legge degli uomini, sfreccia nella notte passando con il rosso.”Una pellicola di denuncia senza facili cliché, descritta con tono maturo e asciutto. Altri premi sono stati attribuiti a Vivo e Veneto (Italia, 2014), regia di Francesco Bovo e Alessandro Pittoni, I am Sami di Kae Bahar (Inghilterra, 2014), Slotshot, di Gabriele Veggetti, Antonio Saracino

 

More than rwo hours MESTRE FILM FEST 2014 875 x 595

 

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Domenica 19 Ottobre 2014 14:09

ALLA BIBLIOTECA CIVICA DI ABANO TERME RIPRENDE CON IL CICLO “GRANDI DONNE/GRANDI STORIE”L’ATTIVITA’ DEGLI AMICI DELLO SPETTACOLO. A NOVEMBRE ALTRO CICLO DI FILM, DEDICATO ALLA GRANDE GUERRA NEL CENTENARIO DEL SUO INIZIO

 

E’ iniziato lunedì 13 ottobre con La sala della Biblioteca Civica di Abano Terme assiepata all’inverosimile il primo dei due cicli di film , “Grandi donne /Grandi storie”, con cui ha preso il via l’ l’attività autunnale degli Amici dello Spettacolo di Abano Terme. Dopo “Artemisia” di Agnès Merlet il 20 ottobre alle 16 è la volta di “Un viaggio chiamato amore” di Michele Placido, che racconta la vicenda umana e sentimentale della poetessa e narratrice Sibilla Aleramo vista in un arco temporale che va dall'adolescenza alla maturità e, in particolare, nel periodo in cui conobbe e si innamorò del poeta Dino Campana. Protagonisti Laura Morante e Stefano Accorsi.La rassegna si conclude lunedì 27 con “Carrington” per la regia di Christopher Hampton. I film sono presentati da Giovanni Barnaba, presidente e fondatore degli Amici dello Spettacolo di Abano Terme. Dal 10 novembre altro ciclo di film, dedicati alla Grande Guerra. Si apre con il capolavoro di Jean Renoir, “La grande illusione, si prosegue il 17 con “Per il re e per la patria” di Joseph Losey per chiudere il il 24 con “Uomini contro” di Francesco Rosi .

 

 

un viaggio chiamato amore 2                un viaggio chiamato amore 1

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 102