PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Giovedì 21 Maggio 2015 21:31

SETTIMO BINARIO PROPONE IL FILM "IL CINEMA BEVILACQUA" A SANTA MARIA DI SALA IN OCCASIONE DEL PASSAGGIO DEL GIRO D'ITALIA

 

 

Il giorno 21 maggio alle ore 20 presso la Sala Teatro "Sandro Pertini" di Santa Maria di Sala (VE), si tiene una proiezione speciale del film Il cinema Bevilacqua, prodotto dall'associazione Settimo Binario per la regia di Filippo Baracchi.In occasione del passaggio della 13° tappa del del Giro d’Italia presso le località di Mirano, Spinea e Santa Maria di Sala, il Comune che ha dato i natali al campione di ciclismo Antonio Bevilacqua propone la proiezione del documentario realizzato per celebrarlo come uomo e come atleta. Insieme alla proiezione, il Circolo 1554 propone l’esibizione della MicroOrchestra con un concerto dedicato al ciclismo e al mondo delle due ruote.Al termine della proiezione, seguirà un rinfresco alla presenza degli autori e dei protagonisti del film.L’ingresso è libero su invito, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Sarà una serata dedicata a tutti coloro che amano lo sport, il cinema, la musica e lo stare insieme.Infotel 041-486788/ 487550

 

cinema bevilacqua 1

 

 

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Giovedì 21 Maggio 2015 21:29

A TREVISO PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO PER SOGGETTI CINEMATOGRAFICI LUCIANO VINCENZONI .OBIETTIVO DEL RICONOSCIMENTO VALORIZZARE GIOVANI TALENTI CHE DESIDERANO INTRAPRENDERE UN PERCORSO PROFESSIONALE E ARTISTICO.

 

IL TERMINE PER PARTECIPARE SCADE IL 31 AGOSTO 2015

 

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Treviso, in collaborazione con Treviso Film Commission e l’associazione culturale Cineforum Labirinto, istituisce il Premio per soggetti cinematografici “LUCIANO VINCENZONI”. Il Premio, nato con l’intento di fare emergere e valorizzare giovani talenti che decidono di intraprendere un percorso professionale ed artistico nell’ambito della scrittura cinematografica, è intitolato allo sceneggiatore trevigiano Luciano Vincenzoni. Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. REGOLAMENTO PREMIO VINCENZONI 2015 Art.1 – PREMIO VINCENZONI • L’Assessorato alla Cultura del Comune di Treviso, in collaborazione con Treviso Film Commission e l’associazione culturale Cineforum Labirinto, istituisce il Premio per soggetti cinematografici “LUCIANO VINCENZONI”. • Il Premio, nato con l’intento di fare emergere e valorizzare giovani talenti che decidono di intraprendere un percorso professionale ed artistico nell’ambito della scrittura cinematografica, è intitolato allo sceneggiatore trevigiano Luciano Vincenzoni. • Gli organizzatori istituiscono altresì il Premio speciale “Omobono Tenni” e il Premio speciale “Una storia veneta”, dedicati a specifici ambiti tematici. Art.2 – REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE 2.1. Il Concorso, rivolto ai soggettisti italiani dai 18 ai 35 anni, intende promuovere i giovani autori che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età alla data del 31 agosto 2015 e che, alla medesima data, non abbiano ancora compiuto 35 anni. 2.2. Il Concorrente, come Autore singolo o come gruppo di Autori inteso in senso unitario, può partecipare con un massimo di 2 opere complessive. Saranno esclusi dal Concorso tutti i Soggetti degli Autori o gruppi di Autori che partecipino con più di due Soggetti. 2.3. Possono essere inviati solo elaborati originali e inediti, redatti in lingua italiana. Per originale si intende che l’opera sia nuova e propria del/degli Autore/i. Per inedito si intende che i Soggetti non siano stati precedentemente pubblicati, non abbiano partecipato a concorsi locali e/o nazionali per scrittura cinematografica e non siano stati già adattati per film e/o prodotti audiovisivi prima della partecipazione al presente Concorso. 2.4. I soggetti dovranno avere una lunghezza compresa fra le 5 e le 10 pagine, (carattere 12, interlinea 1,5), con pagine numerate. L’elaborato deve essere consegnato nel formato .pdf. 2.5. I lavori devono essere inviati in formato .pdf entro il 31 agosto 2015 al seguente all’indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Il testo in .pdf dovrà essere in forma anonima e presentare la sola identificazione attraverso un motto. Il motto dovrà poi essere inviato su supporto cartaceo a mezzo di posta raccomandata corredato dai dati anagrafici del/degli Autore/Autori (nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, recapito di posta elettronica) al seguente indirizzo: “Premio Vincenzoni”- Ufficio Protocollo del Comune di Treviso, via Municipio 16, 31100 Treviso. 2.6. L’invio dei Soggetti implica l’accettazione del presente Regolamento. Gli organizzatori declinano ogni responsabilità e onere in seguito all’esistenza di diritti spettanti a terzi. Tutti i diritti dei Soggetti presentati al Concorso restano di proprietà degli autori. Gli autori autorizzano gli organizzatori del Premio Vincenzoni ad inserire i loro Soggetti in una raccolta e/o in un catalogo. I Soggetti presentati al Concorso non verranno restituiti. 2.7. I Soggetti non conformi a tali criteri non saranno ammessi al Concorso. Art.3 – PREMI Il Concorso prevede i seguenti premi: • PREMIO VINCENZONI: 2.000 € per il miglior Soggetto • PREMIO SPECIALE “OMOBONO TENNI”: 2.000 € per il miglior Soggetto consistente in un’opera di scrittura cinematografica di tipo biografico ispirata alla vita di Omobono Tenni. • PREMIO SPECIALE “UNA STORIA VENETA”: 2.000 € per il miglior Soggetto che preveda un’ambientazione nella regione del Veneto. Art.4 – LA GIURIA La Giuria, composta da professionisti del cinema, dell’arte e della cultura, ha facoltà di non assegnare i premi e/o di assegnare una o più menzioni speciali. Il parere della Giuria è insindacabile. Art.5 – LA PREMIAZIONE La Premiazione del Concorso avverrà a Treviso Sabato 7 novembre 2015 presso l’auditorium della Chiesa di Santa Caterina.

 

luciano vincenzoni

 

 

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Giovedì 21 Maggio 2015 21:26

AL VIA CON I LABORATORI CON LE SCUOLE L'OTTAVA EDIZIONE DEL FILMFESTIVAL DEL GARDA, IN PROGRAMMA DA MAGGIO A DICEMBRE A SAN FELICE DEL BENACO CON PROIEZIONI DEDICATE AL CIBO NELL'ANNO DI EXPO, GRANDE GUERRA E UN OMAGGIO AL POETA FRANCESE JEAN TARDIEU CHE VISSE SUL LAGO.

 

 

Anche per il 2015 il Filmfestival del Garda sarà una manifestazione i cui momenti più significativi si svolgeranno d’estate: le proiezioni si protrarranno dalla fine di maggio fsno all'autunno, quando ci sarà un omaggio al poeta e drammaturgo francese Jean Tardieu. A ospitare Le giornate del Filmfestival del Garda sarà San Felice del Benaco (BS), nota meta turistica del Lago di Garda e paese natale della manifestazione ideato e organizzato dall’Associazione culturale Cineforum Feliciano in collaborazione con il webzine di critica e informazione cinematografica Filmagazine.it e diverse altre realtà professionali.«Abbiamo confermato quest'anno – dice la direttrice artistica Veronica Maffizzoli – Le giornate del Filmfestival del Garda, il format con cui ci siamo proposti di sviluppare e allargare i confini delle tematiche che hanno contraddistinto le prime edizioni. Il successo ottenuto grazie all’interesse dimostrato da critica, pubblico locale, turisti e artisti, ci rafforza e ci spinge a proseguire un percorso professionale e di ricerca teso a far conoscere e diffondere la cultura cinematografica, nonché a valorizzare le realtà storiche locali». «Le Giornate del Filmfestival 2015 – conclude Maffizzoli – dedicando focus particolari ai più importanti eventi nazionali dell'anno quali il centenario della Grande Guerra ed Expo”.Nell'anno dell'Esposizione Universale anche il Filmfestival del Garda dedica una particolare attenzione al cibo con “Le Giornate FFG versus Expo”, che aprirà l'ottava edizione. Il primo appuntamento è il 20 maggio per le scuole medie con la proiezione di “Sarà un paese” di Nicola Campiotti, il film sarà proiettato anche il 28 all'Ex Monte di Pietà in una serata aperta al pubblico; il 22 invece per le scuole elementari sarà proiettato “Ratatouille”. Tra luglio e settembre inoltre, dopo il riuscito esperimento della scorsa estate, torna la rassegna “Food and Film – Abbiamo il cinema in panca”. Il 29 maggio la mattina sempre per le scuole medie inferiori e per tutto il pubblico la sera l'Ex Monte di Pietà ospiterà lo spettacolo teatrale “Figli di un guerra” di Sara Poli.Il Filmfestival del Garda entrerà nel vivo con l'estate e il programma dettagliato sarà presentato a fine maggio, assieme al resto delle manifestazioni estive del paese, intanto gli organizzatori anticipano un calendario da fine giugno a inizio agosto con appuntamenti culturali, dibattiti, proiezioni e l'ormai immancabile maratona cinematografica notturna. Intanto si annuncia che a ottobre ci sarà un omaggio a Jean Tardieu, poeta e drammaturgo francese (Saint-Germain-de-Joux, Ain, 1903 - Créteil 1995) che visse a San Felice del Benaco. Con la primavera Edizioni Lemma Press presenta una nuova traduzione di sei celebri piéces e dedica un mese a Tardieu con eventi tra Milano, Brescia e per l'appunto San Felice del Benaco, proprio in quella che fu la sua casa: il prossimo e ultimo evento gardesano è il 15 giugno alle ore 18. Poi in autunno un fine settimana di proiezioni, incontri ed eventi a lui dedicati. Per una informazione puntuale visitare il sito www.filmfestivaldelgarda.it e Facebook e Twitter, l'hashtag dell'edizione è #FFG14

 

sarà un paese 2

 

sarà un paese 1

 

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Venerdì 15 Maggio 2015 07:03

Doppio appuntamento milanese con Abdherramane Sissako Presidente di giuria al Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina

 

Uno dei cineasti più apprezzati nella sua Africa e uno dei più conosciuti nel vecchio continente dove vive, Abderrahmane Sissako è arrivato alle sette giornate del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America latina in veste di presidente di giuria. A lui e agli altri due giurati il merito di aver selezionato come lungometraggio vincitore “The Storm Makers: Ceux qui amènent la tempête” (2015). Ma il regista mauritano ha anche presenziato l’8 maggio al Festival Center all’incontro con il pubblico l’“Ora del tè” e ha partecipato il giorno seguente allo spazio Oberdan al masterclass condotto dal critico cinematografico Giuseppe Gariazzo. “Sono commosso – ha rivelato il cineasta africano – di essere qui dove ho mosso i primi passi: tornare a casa è sempre bello”. Il masterclass, in collaborazione con Milano Film Network, si è rivelato una ghiotta occasione - anche per gli studenti della settima arte - per ripercorrere la sua carriera, dal primo cortometraggio, “Le Jeu”, presentato nel 1991 alla Semaine de la Critique del Festival di Cannes (e anche al Festival milanese l’anno seguente), per dialogare sui temi, sullo stile e sulle ossessioni del suo cinema. Prima dell’incontro è stato proiettato il film “La vie sur Terre” del 1998, realizzato a Sokolo, il villaggio di suo padre in Mali che ha ottenuto un premio al Taormina International Film Festival. Un’attenzione particolare è stata posta sul suo ultimo film “Timbuktu” (2014), candidato all’Oscar come miglior film straniero, già vincitore lo scorso anno del Premio della Giuria Ecumenica a Cannes e di 7 César. “Il cinema è un linguaggio – ha risposto Sissako alla domanda sul perché filmasse – per essere compreso e intrattenere una conversazione. Ma il film è anche un viaggio, uno scambio. Ha a che fare con la vita anche se fare cinema non è indispensabile”.

 

sito cinit sissako 400 x 600

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 117